Lent begins with the imposition of ashes on Ash Wednesday, February 14th.  All of the liturgies during Lent are intended to prepare us for the celebration of Easter, either as Catechumens preparing to receive the Sacraments of Initiation for the first time, or as members of the faithful, already fully initiated, yet preparing to renew our baptismal promises and seeking to fortify the grace of the sacraments already received. The sacrament of Penance accompanies us in this quest.The following are the principal moments of prayer that will be held in the Papal Basilica of St. Francis of Assisi this Lenten Season.

‘Forty Hours’ Devotion:
26th, 27th & 28th of February
3.00 pm in the Chapel of St. Catherine: Exposition of the Blessed Sacrament and time for silent personal adoration.
5.00 pm: Benediction and Reposition. Eucharistic celebration (Mass) to follow.
Monday 26th & Tuesday 27th at 6.30 pm: Evening Prayer, accompanied by Lectio Divino (26th) and Silent Reflection (27th).

The Fridays of Lent:
«CORDA PIA». Memory of the Passion of Christ and of the Stigmata of St. Francis
16th & 23rd of February and 2nd, 9th, 16th & 23rd of March at 6.30 pm.

The Saturdays of Lent:
«SACRAE PASSIONIS CONCENTUS». Musical Spiritual Inspiration for the Season of Lent. Provided by the ‘Capella Musicale’ of the Basilica (Basilica Choir)
03rd, 10th & 17th of March at 6.00 pm in the lower church.

A chant will follow Vespers each evening. All the principal celebrations will be broadcast live on www.sanfrancescoassisi.org and on www.sanfrancesco.org. To download the program click here.

Programma alla Porziuncola per la Quaresima 2018

Il prossimo 14 febbraio, mercoledì delle Ceneri, inizia il Tempo di Quaresima che – come ricorda Papa Francesco nel suo Messaggio per la Quaresima 2018 – è “segno sacramentale della nostra conversione”.
Il Papa invita tutti a proseguire il cammino di conversione semplicemente rimandando agli “strumenti” che la Chiesa da sempre propone come “dolce rimedio”: la preghiera, l’elemosina ed il digiuno. In aggiunta invita ad offrire, per coloro che il Signore in questo tempo santo chiamerà a nuova conversione, l’iniziativa “24 ore per il Signore”. I frati minori della Basilica papale di Santa Maria degli Angeli hanno accolto l’invito del Santo Padre. Si comunica, pertanto, ai fedeli in pellegrinaggio ad Assisi dal 9 al 10 marzo, che venerdì 9 marzo terminata la celebrazione eucaristica delle ore 9.00 inizierà l’adorazione eucaristica nella cappella del Santissimo Sacramento. L’adorazione si protrarrà fino alle 9.00 del giorno dopo, sabato 10 marzo, dando la possibilità – a coloro che vorranno – di incontrare e ricevere la misericordia di Dio nel Sacramento della Riconciliazione.
Come ulteriore ausilio, verranno proposte delle catechesi quaresimali che si terranno durante la celebrazione dei Vespri di ogni mercoledì e avranno come tema “La conversione di Simon Pietro”: per compiere insieme all’Apostolo Pietro il nostro cammino di conversione. Questi momenti, come tutte le celebrazioni che si tengono all’altare papale della Basilica, verranno trasmesse in diretta dalla WebTV della Porziuncola.
Le prime quattro catechesi saranno tenute dai Parroci dell’Unità Pastorale di Santa Maria degli Angeli, mentre la quarta – quella che introduce alla Settimana Santa – sarà tenuta da p. Simone Ceccobao ofm.
Ancora: tutti i venerdì di Quaresima ci sarà, in Basilica, la Via Crucis alle ore 17.00, mentre il Venerdì Santo si terrà alle ore 15.00 per permettere alle 17 la celebrazione della Passione del Signore. Per chi lo desidera, e non avesse la possibilità nel pomeriggio, si ricorda che durante i venerdì di Quaresima alle 21.00 è possibile prendere parte alla preghiera della Via Crucis tenuta dalla Parrocchia di Santa Maria degli Angeli (sul piazzale, o in Basilica se le condizioni climatiche non sono favorevoli).
Infine, prosegue la preghiera mariana del sabato sera, alle ore 21.15. Come ogni anno, nel Tempo di Quaresima verrà recitato il Rosario dell’Addolorata a cui seguirà la consueta processione aux flambeaux.
Scarica qui il programma.

Assisi, Settimana di Preghiera per l’unità dei Cristiani

Come tutti gli anni, dal 18 al 25 gennaio, ricorre in tutto il mondo la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani (SPUC) promossa congiuntamente dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani (PCPUC) e dal Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC). Prendendo spunto dal libro dell’Esodo (15,6) “Potente è la tua mano, Signore” è il tema per il 2018. Con esso si vuole celebrare il trionfo sull’oppressione ed è stato scelto, non a caso, dalle chiese cristiane dei Caraibi, una regione del mondo che in passato ha subito il colonialismo e la schiavitù.
In Italia, da nord a sud della penisola, fervono i preparativi in vista di numerosi incontri, dibattiti, momenti di preghiera e scambi di pulpito. Anche ad Assisi la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani, organizzata dall’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo, rivolgerà l’attenzione alle situazioni nel mondo in cui la dignità della persona è a rischio o negata. Durante la Settimana saranno proposti testi e riflessioni alla presenza di diverse comunità di altre confessioni religiose. Si comincerà, giovedì 18 gennaio, alle 20.45, nella Basilica di San Francesco, con la comunità ortodossa romena di Perugia. Mercoledì 24 gennaio, alle 20.45, nella chiesa di San Leonardo, interverrà, invece, il cappellano anglicano, padre Tim.
Il materiale in italiano per l’ottavario, con un’introduzione teologica-pastorale al tema e con suggerimenti per l’organizzazione della stessa SPUC, è stato approntato dalla Società Biblica in Italia (SBI) (il PDF può essere scaricato qui. Come ogni anno la presentazione della SPUC contenuta nel fascicolo della SBI è a cura del comitato interconfessionale italiano e firmato da: presidente della Commissione episcopale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della CEI, Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino; presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), pastore Luca Maria Negro; presidente della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e di Malta ed Esarcato per l’Europa Meridionale, metropolita Gennadios.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.