Giovedì 25 giugno si è tenuta nella Chiesa superiore una grande veglia di preghiera del movimento “Fede e luce” che raccoglie persone con disabilità mentali, familiari e amici. 

Fede e Luce è nata a Lourdes nella Pasqua del 1971 in occasione di un pellegrinaggio organizzato da Jean Vanier e Marie-Hélène Mathieu a cui parteciparono 12.000 persone delle quali 4.000 con disabilità mentale. I pellegrini continuarono a riunirsi regolarmente all’interno di comunità per vivere momenti di amicizia, di preghiera e di festa. Il movimento è presente in diversi paesi del mondo e anche in molte città italiane. 

La veglia, che ha visto la partecipazione di circa un migliaio di persone, ha avuto inizio con una grande fiaccolata partita dalla Piazza inferiore e ha rappresentato uno dei momenti più significativi del Pellegrinaggio Roma-Assisi per celebrare i quarant'anni del movimento che ha come motto: Meglio accendere una luce che maledire l’oscurità.

La veglia sì è svolta in un clima particolarmente festoso, con diversi segni, mimi, proiezioni che hanno coinvolto fortemente i partecipanti. Ciascuno dei presenti ha portato con sé un sasso che rappresentava i propri pesi, le proprie afflizioni. Con tutti questi sassi è stata rappresentata ai piedi dell'altare la croce di Colui che ha accolto su di sé le sofferenze di ogni uomo e ogni donna.

Don Marco Bove, assistente spirituale del movimento, ha guidato la riflessione a partire dal brano evangelico in cui Gesù salva Pietro che cammina sulle acque ma rischia di affondare a causa delle proprie paure. Gesù si rivolge a Pietro dicendo: “Coraggio, sono Io” (Mt 14,27).

Nel saluto finale il Vescovo di Assisi mons. Domenico Sorrentino, ha provocato un forte applauso dicendo ai presenti: “Tante volte ho visto questa Basilica piena di gente, ma stasera è un’altra cosa!” e ha dato la benedizione di Dio invitando a sentirla come il suo grande abbraccio.

  No images found.

 

 

 

Una celebrazione speciale quella del 17 giugno 2015 con i ragazzi disabili di Assisi, ospiti presso l’Istituto Casoria delle suore Elisabettine Bigie e l’Istituto Serafico della Diocesi di Assisi – Nocera – Gualdo Tadino.
Speciale per l’occasione, la prima celebrazione della Festa liturgica del frate francescano di Napoli - fondatore delle suore Elisabettine Bigie e dell’opera in Assisi - dopo la canonizzazione.
Speciale per la testimonianza di fraternità nella carità che san Francesco di Assisi e san Ludovico da Casoria hanno trasmesso ai fedeli presenti!
Speciale per la partecipazione gioiosa dei ragazzi, degli operatori, dei fedeli, dei frati e delle suore presenti, un vero canto di gioia!
Sentito il ringraziamento a Dio per la storia e l’attualità di questi luoghi di vita vera.
Sentita la preghiera per tutti i cristiani perché, sperimentando la misericordia di Dio, l'amore redentore e la sua forza diffusiva, vivano nella inesauribile volontà di offrire misericordia per essere una chiesa "in uscita".


Foto di fra Martin Breski

 

 

 

 

Grande successo dell’edizione 2015 dell’evento di solidarietà “Con il cuore”, promosso dal Sacro Convento, realizzato sabato 13 giugno nello splendido scenario della Piazza Inferiore di San Francesco.
L’evento, giunto alla tredicesima edizione, è stato presentato ancora una volta da Carlo Conti e trasmesso su Raiuno in diretta e anche in differita il giorno seguente, con altissimi indici di ascolto.
Attraverso vari canali, compreso quello del versamento tramite sms al n. 45505, ancora possibile fino al 26 giugno, è stato raccolto oltre un milione di euro che sarà utilizzato per aiutare i profughi dell’Iraq, le missioni francescane in India e di alcune mense francescane in Italia.
Durante la serata hanno portato le loro testimonianze don Paolo Mekko, responsabile di un campo profughi nella città irachena di Arbil, e p. Maurizio Annoni, direttore dell'Opera San Francesco di Milano.
Nel sito della nostra rivista “San Francesco” si trovano molte altre informazioni, fotografie, interviste e approfondimenti.
Se vuoi puoi rivedere la serata su Raireplay.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.