GIUBILEO 2015-2016 Speciale Francescano

«Ho deciso di indire un Giubileo Straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio. Sarà un Anno Santo della Misericordia. Lo vogliamo vivere alla luce della parola del Signore: Siate misericordiosi come il Padre». (Papa Francesco)

Sabato 11 aprile 2015 nella Basilica di San Pietro in Vaticano, in occasione dei Primi Vespri della Domenica della Divina Misericordia, il Santo Padre Francesco ha reso pubblica la Bolla d’Indizione del Giubileo della Misericordia: Misericordiae Vultus.

Questo Anno Santo Straordinario ricorre nel cinquantesimo della fine del Concilio Vaticano II; è iniziato l’8 dicembre 2015 e si concluderà il 20 novembre 2016, domenica di nostro Signore Gesù Cristo Re dell’universo e volto vivo della misericordia del Padre. La Porta della Misericordia della Basilica di San Francesco è stata aperta domenica 20 dicembre 2015, inaugurando anche nella città serafica il Giubileo “straordinario” e “diffuso” chiesto da Papa Francesco, che ha voluto non solo a Roma ma che anche in tutte le Chiese particolari si potessero ricevere il perdono e l’indulgenza connessi a questo evento straordinario. A questo proposito, ricordiamo che alla Chiesa inferiore, che custodisce il corpo di san Francesco d’Assisi, è già concesso il beneficio giornaliero dell’Indulgenza plenaria.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

 

Festa di San Francesco 2016

Sin dal 1939, anno in cui Papa Pio XII nominò san Francesco d’Assisi Patrono d’Italia, ogni anno una diversa regione italiana si reca in pellegrinaggio ad Assisi nella Solennità del Transito del Santo Serafico offrendo in dono l’olio per alimentare  la lampada che arde giorno e notte presso la sua tomba custodita nella cripta della Basilica papale a lui dedicata. Questo gesto simbolico porta in sé un significato profondo: rappresenta un omaggio alla perenne luminosità  dei valori che san Francesco, da otto secoli, continua ad annunciare e ai quali l’uomo e la società di oggi guardano con grande speranza.

L’anno 2016 vedrà il Piemonte protagonista di questo evento. Un tempo ancor più privilegiato considerando l’eccezionalità del Giubileo della Misericordia che stiamo vivendo a cui si aggiunge la ricorrenza degli ottocento anno del Perdono di Assisi. Un tempo di grazia particolare in cui aprirci alla Misericordia di Dio. Il Poverello di Assisi il Padre delle Misericordia lo aveva incontrato  nel suo cammino terreno e si era prodigato perché tutti potessero conoscerlo.

In virtù di questo, i frati francescani insieme al Movimento Francescano dell’Umbria (che raccoglie tutte le realtà ecclesiali di vita consacrata e laicale che si ispirano all’esperienza di San Francesco d’Assisi), vi invitano a vivere la preparazione alla grande festa del 3-4 ottobre, approfondendo la figura di San Francesco, il suo carisma e la sua spiritualità, insieme alle realtà ecclesiali e alle famiglie francescane presenti nel vostro territorio.

Nell’eventualità che vi facciate pellegrini in questo anno nei luoghi che hanno visto fiorire e compiersi l’esperienza umana e cristiana di San Francesco vi presentiamo, in collaborazione con il Movimento Francescano dell’Umbria, tre proposte di pellegrinaggio in Assisi.

Molti di questi luoghi sono oggi Santuari in cui la Grazia di Dio si è manifestata in maniera speciale a San Francesco D’Assisi e che ancora oggi parlano al cuore di ogni uomo. Cliccate qui per una piccola bibliografia sui luoghi e i Santuari francescani in Assisi e in Umbria.

Per contatti con il territorio di Assisi il Movimento Francescano dell’Umbria ha attivato una casella di posta elettronica per il servizio informativo e di assistenza: piemonteadassisi@gmail.com

Clicca qui per scaricare la lettera del Movimento Francescano dell’Umbria per il Piemonte.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.