• Home
  • SAN FRANCESCO
  • PERSONAGGI
  • Beato Tommaso da Celano

Beato Tommaso da Celano

Tommaso da Celano

Primo biografo di san Francesco d'Assisi, nacque a Celano, in Abruzzo, probabilmente da famiglia nobile.
Divenuto frate nel 1215, nel 1221 si recò con la prima missione in Germania, dove nel 1223 fu superiore della custodia del Reno. Della sua permanenza in Germania non si hanno notizie precise, mentre è certo che si recò ad Assisi negli anni 1228-1230 e probabilmente anche tra il 1244 e il 1250.
Morì probabilmente nelle vicinanze di Tagliacozzo (Abruzzo) dove nella locale chiesa di San Francesco riposano tuttora le sue spoglie mortali.
Scrisse negli anni 1228-29 la prima biografia di san Francesco, la cosiddetta Vita Prima, su commissione di Gregorio IX.
Successivamente scrisse una seconda biografia del Santo, il Memoriale nel desiderio dell’anima, detta anche Vita Seconda, commissionata dal generale Crescenzio da Iesi e composta tra il 1244 e il 1247. Per la stesura di quest'ultima egli si servì delle testimonianze dei discepoli più vicini a Francesco.
Intorno al 1250 realizzò un terzo scritto il Tractatus miraculorum, su incarico del generale Giovanni da Parma, nel quale vengono principalmente narrati i miracoli post mortem del Santo. Oltre ad una leggenda su santa Chiara d'Assisi, sono attribuite a Tommaso da Celano, due sequenze in onore di san Francesco: Sanctitatis nova signa e Fregit victor virtualis.
Tra le sue opere, si deve inoltre ricordare il Dies irae, che gli venne attribuito fin dal secolo XIV.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.